Immagine ProgettoECO-LOGIC GREEN FARM 2020” ha di fondo un concetto che determina la base della nuova cultura agricola: la GREEN FARM.

Sono oramai decenni che assistito ad una gestione speculativa ed impropria dell’agricoltura, dettata dalla spinta mondiale per giungere a livelli produttivi sempre più imponenti, tralasciando o evitando di porre lo sguardo sugli effetti che potevano derivare dall’uso spregiudicato di prodotti nocivi su terreni e raccolti.

La green farm è stata sottovalutata o addirittura snobbata finora, in quanto non è stata considerata un’adeguata risposta alle esigenze produttive.

Solamente dopo un lungo e lento periodo di scempio dell’ambiente, della natura e dell’agricoltura, comincia a farsi strada l’idea di un a nuova formula produttiva in campo agricolo.

Ciò non significa un ritorno alle origini, bensì un moderno concetto che determina uno stretto connubio tra rispetto dell’ambiente produzione eco-sostenibile.

L’educazione all’ambiente ed il rispetto per la natura sono così i punti focali della Green Farm ideata con il progetto “ECO-LOGIC GREEN FARM 2020”: l’esigenza di iniziare a concepire l’ambiente come il vero protagonista è il dettame da cui partire per elaborare una produzione agricola sostenibile.

“ECO-LOGIC GREEN FARM 2020” è stato premiato dalla Commissione Europea proprio per questa formula in cui la fattoria verde è una adeguata risposta alla produzione agricola con la dovuta attenzione riservata alla natura.

Sviluppare una cultura di rispetto per l’ambiente e per la salute partono dalla consapevolezza di poter gestire il futuro cambiando lo stile di vita, eliminando gli sprechi, limitando i consumi ed attuando iniziative e scelte consapevoli e responsabili.

Per questo il progetto prevede una produzione ad impazzo zero, con un cogeneratore a biomassa per produrre l’energia elettrica necessaria ai fabbisogni aziendali. L’innovazione deriva dalla mancata emissione nell’ambiente di CO2 prodotta dalla combustione del pellet, in quanto viene veicolata nei tubi dell’impianto di produzione di alghe. Inoltre, parte dell’energia prodotta dal cogeneratore serve ad alimentare l’impianto per l’allevamento di pulcini.

Questo post è disponibile anche in: Inglese