Allevamento BiologicoIl progetto “ECO-LOGIC GREEN FARM 2020” prevede l’attivazione di un grande allevamento di polli biologici ruspanti, cresciuti senza stress ed in applicazione dei più moderni dettami nel campo della produzione avicola.

Il concetto di allevamento biologico di animali è più che mai un’idea moderna nella filiera di produzione alimentare in quanto è la fusione concettuale del benessere nella crescita dell’animale e della qualità di carne prodotta.

Allevare i polli in angusti spazi, rinchiusi in gabbie all’interno di capannoni ed alimentarli con prodotti che determinano una precoce crescita dell’animale per poi avviarlo alla catena di macellazione, è la prassi perseguita da chi pone in essere una gestione di filiera di allevamento dei polli.

L’animale viene sottoposto ad un livello di stress inqualificabile e la qualità della carne risente inevitabilmente della mancanza di un naturale ciclo di sviluppo vitale, contenendo una serie sproporzionata, seppur a livello legislativo tollerata, di sostanze che velocizzano lo sviluppo.

L’allevamento di polli biologici ruspanti progettato da “ECO-LOGIC GREEN FARM 2020” è lontano da questo concetto di impresa, in quanto si parte dal principio che non deve essere distolta l’attenzione per la natura ed il rispetto per il mondo animale.

Ciò diviene prioritario nel momento in cui si progetta un allevamento di 15.000 polli in un’area scoperta di 30.000 metri quadrati.

Allevare polli significa ricreare un habitat adeguato alle esigenze dell’animale, conferendo gli idonei spazi in cui poter vivere e socializzare con gli altri animali, dove l’alimentazione, controllata e diversifica, deve essere un sostegno alla sua crescita e sviluppo, e non un metodo applicato senza rispetto e finalizzato esclusivamente alla sua crescita rapida.Polli Biologici

Ciò dona non solo valore alla qualità di allevamento, ma rende pregevole la carne dell’animale allevato.

Una metodologia di allevamento di polli come quella progettata da “ECO-LOGIC GREEN FARM 2020” richiede il pieno rispetto della normativa europea in materia: alimentazione naturale, un numero di capi allevabili in relazione alla superficie disponibile, l’allevamento di razze autoctone, una dieta bilanciata.

Il fatto di potersi fregiare di una produzione di polli biologici include necessariamente il divieto di somministrare alimenti stimolatori di crescita, sottoprodotti animali, organismi geneticamente modificati e vitamine sintetiche.

Questo post è disponibile anche in: Inglese